gran tour della Sardegna

Tour di due settimana della Sardegna

1° giorno / Costa Smeralda - Santa Teresa -

Arrivo in Sardegna e visita della famosa Costa Smeralda: Capriccioli, Romazzino e Porto Cervo con la sua chiesetta Stella Maris. Proseguimento fino a Santa Teresa; da qui, con il bel tempo, si possono vedere la Corsica e Capo Testa. In serata sistemazione in hotel in zona Arzachena/Palau

2° giorno / Palau - La Maddalena

Dopo la prima colazione partenza per Palau, imbarco sul traghetto per la visita dell'isola della Maddalena e del museo Garibaldino di Caprera. Oppure, in alternativa, con partenza da Cannigione e Palau, si può effettuare una bellissima gita in barca attraverso l'Arcipelago della Maddalena con sosta per il bagno in diverse spiagge note come: Spargi, Budelli e Santa Maria. In serata rientro in hotel e pernottamento in zona Olbia/Arzachena.

3° giorno / Bitti - Nuoro - Orgosolo - Mamoiada

Prima colazione in hotel. Partenza per Bitti. Qui da non perdere è la zona archeologica di Romanzesu. Si tratta di un villaggio nuragico esteso per oltre sette ettari risalente all'Età del bronzo, vicino alla sorgente del fiume Tirso, che comprende il pozzo sacro, un centinaio di capanne, due templi a megaron, un tempio rettangolare, un anfiteatro ellittico a gradoni e una grande struttura labirintica. Proseguimento per Nuoro. Tra le visite più interessanti suggeriamo: il museo Etnografico del costume e delle tradizioni sarde, la chiesa della Solitudine, il monte Ortobene con l'imponente statua del Redentore. Nel pomeriggio consigliamo una visita ad Orgosolo, cuore della Barbagia, dove è possibile ammirare gli imponenti "murales", dipinti sulle facciate delle case e Mamoiada famosa per le caratteristiche maschere dei "mamuthones" e "issohadores". Queste maschere sono esposte nel museo della maschera mediterranea a Mamoiada. Arrivo in hotel (in zona). Pernottamento.

4° giorno / Dorgali - Cala Gonone

Dopo la prima colazione partenza per Dorgali. Visita alla Grotta di Ispinigoli, dominata da una enorme colonna stalagmitica alta 38 metri, che collega il pavimento alla volta, ma ricca di altre curiosità, dall'abisso delle vergini ai ritrovamenti di un pozzo sacrificale fenicio. Proseguimento per Cala Gonone. Da qui numerosi battelli portano alle bellissime spiagge nel Golfo di Orosei, raggiungibili solo via mare: Cala Sisine, Cala Mariolu, Cala Luna nonché la grotta del Bue Marino. Rientro in serata in hotel. Pernottamento.

5° giorno / Arbatax - Baunei - Santa Maria Navarrese

Partenza dopo la prima colazione per Arbatax passando per il Passo di Genna Silana (1.010m). Paesaggio mozzafiato! Arrivati a Baunei e Santa Maria Navarrese c'è tempo per un bagno nelle loro acque cristalline. Arrivo ad Arbatax e visita alle Rocce Rosse. Pernottamento nella zona.

6° giorno / Ogliastra

Dopo la prima colazione partenza per i paesini nell' Ogliastra: Villanova Strisaili, famoso per il suo buonissimo formaggio; Ulassai, dove si possono visitare le bellissime Grotte di Su Marmuri e la cooperativa tessile; Jerzu, capitale del Canonnau. Faremo una visita in una tipica cantina con degustazione di vino e prodotti locali. Pernottamento in hotel in zona.

7° giorno / Villasimius

Colazione in hotel e partenza per Villasimius. Giornata dedicata al Relax, Spiaggia e Sole su una delle belle spiagge della zona. Pernottamento.

8° giorno / Cagliari - Barumini

Partenza dopo la prima colazione per Cagliari. Mattinata dedicata alla visita della città: Museo archeologico, i bastioni di San Remy, il centro storico, la basilica di Bonaria. Nel pomeriggio partenza per Barumini e visita del grande complesso nuragico di "Su Nuraxi". Pernottamento in hotel in zona Cagliari.

9° giorno / Iglesias - Oristano

Dopo la prima colazione partenza per Iglesias dominata nel medioevo dal Conte Ugolino della Gherardesca e poi nel 1324 divenne dominio aragonese. Nel cuore del centro storico si può visitare: la Cattedrale di Santa Chiara, il palazzo vescovile e la chiesa di San Francesco. Proseguimento per la costa di Buggeru e Masua. Interessanti da visitare sono le vecchie miniere: Galleria Henry e Porto Flavia. Partenza per Fluminimaggire. Lungo strada sosta per la visita del tempio romano di Sardus Pater. In serata arrivo a Oristano. Pernottamento in zona.

10° giorno / Tharros - Cabras - Bosa - Alghero

Colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita della città punica romana di Tharros. Edificata nell'VIII sec. a.C. dai fenici, nel VI sec. diviene una piazzaforte punica e centro commerciale, in età romana la città cresce ancora di importanza e nel XI sec. d.C. diviene capitale del giudicato di Arborea. Nella città si possono vedere necropoli a camera, incinerazione, templi, il tophet e altro. Nello stagno di Cabras, con un po' di fortuna, si possono ammirare i fenicotteri rosa. Nel pomeriggio partenza per Alghero, percorrendo una splendida strada costiera si arriva a Bosa. Situata in una fertile conca attraversata dal fiume Temo conserva un importante centro storico con case sette-ottocentesche, ed è conosciuta per attività di tradizione artigiana. Da visitare: Sas conzas, utilizzati nell'800 per la concia delle pelli; Cattedrale dell'Immacolata, ricostruita nell'800; Castello Serravalle o dei Malaspina che fu edificato in varie fase a partire dal 1112; chiesa di Nostra Signora di Regnos Altos. Proseguimento lungo la strada costiera fino ad Alghero. Pernottamento in hotel.

11° giorno / Alghero

Colazione in hotel. Intera giornata dedicata alla visita di Alghero e dintorni. La cittadina fondata agli inizi del XII sec. dalla famiglia Doria, diviene nel 1354 dominio degli Aragonesi che vi insediano una colonia di catalani. La città conserva testimonianze significative della dominazione aragonese e spagnola nell'impianto urbanistico del nucleo più antico, nelle torri difensive, nei tratti della cinta muraria, nei palazzi ad uso privato, ma soprattutto nei pregevoli monumenti religiosi gotici: la Chiesa e il Chiostro di San Francesco e la Cattedrale di Santa Maria. Nel pomeriggio partenza per Capo Caccia e sosta al Belvedere de "la foradada" nonché al parco "Arca di Noe". Rientro in serata in hotel.

12° giorno / Stintino - Castelsardo

Partenza dopo la prima colazione per Stintino, piccolo borgo di pescatori noto per la sua famosa spiaggia "La Pelosa". Sosta per il bagno. Proseguimento per Castelsardo. Il borgo ubicato alla sommità di un promontorio roccioso in posizione fortificata a dominio del porto, fu fondato dalla famiglia Doria nel XII secolo. Da visitare: il Castello con all'interno il museo dell'intreccio; la Cattedrale dedicata a Sant'Antonio Abate. Inoltre Castelsardo è famosa per il suo artigianato: l'intreccio delle foglie di Raffia e Palmetto. Prima di rientrare ad Alghero breve sosta alla Roccia dell'Elefante, all'interno di un enorme masso dalla caratteristica forma di elefante sono state scavate alcune "domus de janas" di epoca neolitica che mostrano, scolpite alle pareti, protomi taurine. Partenza per Alghero. Notte in hotel.

13° giorno / Alghero - Olbia

Colazione in hotel. Intera giornata dedicata allo shopping e al relax. In serata partenza per Olbia. Pernottamento in hotel.

14° giorno / Olbia - Partenza

Prima colazione in Hotel e fine dei servizi